.
Annunci online

aleksej
Politica, puliamo il Partito Democratico - l'Italia da lontano
politica interna
21 maggio 2008
Gentiloni e il diritto (sub)alterno
 



Sul sito del Pd ho trovato in allegato un articolo-intervista dell’Unita’ di oggi al compagno Gentiloni (lo so, viene da ridere a dirlo).

Viene intervistato dal solito tappetino-giornalista, il quale non ribatte neanche a una risposta.

Ma va bene, a questo sono abituato; poi pero’ leggo la frase ”La questione non riguarda il diritto di fare domande o rivolgere accuse. Questo diritto deve essere riconosciuto. Ma questo diritto non deve tradursi in accuse rivolte in televisione, in prima serata, senza cotraddittorio, e in termini offensivi per aggettivi come mafioso e muffa...accuse di fronte a 4 milioni di persone senza contraddittorio sono inaccettabili”.

Come avete capito parlava del caso Schifani.

Lo so, ora contate fino a diece per sbollire..............fatto.

Bene, questa e’ la persona che dovrebbe rappresentare il PD in parlamento.

Vi rileggo la frase e ci aggiungo quelche commento:

 

“...la questione non riguarda il diritto di fare domande o rivolgere accuse. Questo diritto deve essere riconosciuto. Ma questo diritto non deve tradursi in accuse rivolte in televisione (beh allora che si deve fare in tv? Tutti baci e abbracci?niente critiche?Istituto Luce?), in prima serata (cioe’ va bene se a notte fonda?se non ti ascolta nessuno..?), senza cotraddittorio (la costituzione prevede il diritto di critica, e questo diritto non e’ subordinato al contraddittorio!), e in termini offensivi per aggettivi come mafioso (mafiosi li ha definiti i suoi amici-soci in base a fatto accertati) e muffa (ha detto –dopo cosa verra’ la muffa?-) ...accuse di fronte 4 milioni di persone senza contraddittorio sono inaccettabili (tu non le puoi accettare ma se sono un diritto sono un diritto, anch’io non sopporto il fatto di vederti in tv che spari ste cose, pero’ e’ un tuo diritto.....cazzo)

 

Continuiamo la campagna PIAZZA PULITA!!!

Altrimenti soggetti come il sopracitato regneranno nel PD.

Creiamo una corrente di gente onesta che non vuole piu’ compromessi al ribasso, che non vuole essere amica di Berlusconi.

E’ un’impresa difficile ma con il web tutto e’ possibile.

 

Ah poi volevo dire un’ultima cosa....Gentiloni, ma va a caghe’, va...

17 maggio 2008
Italia dall'estero







Il pensiero comune


Essere un cittadino italiano all'estero e' sempre stato un mio sogno.
Non c'e' solo un motivo, un po perche' fa figo dire che vivi all'estero, un po perche' l'aria fresca mi fa bene.

La scorsa settimana vado sul sito de "La Stampa" (si lo so, sono un masochista) e vedo la notiziona : " Marco Travaglio insulta Schifani".
Quindi penso " Lo avra' mandato a quel paese, avra' bestemmiato", poi vado su youtube e seguo l'intervista...cose scritte e riscritte in molti dei suoi libri che io leggo per evitare di darmi all'ottimismo.

Questa vicenda fa pensare: non perche' siamo di nuovo tornati a 7 anni fa (cosa pensavate che succedesse se tornava Silvio, e' sempre lui, con piu' capelli ma e' sempre lui), ma perche' si e' toccata con mano la potenza di un mezzo come la televisione.
E' triste dirlo, ma finche' scrivo un libro dove spiego vicende che potrebbero far cadere un intero sistema repubblicano, le mie parole resteranno fra me e i miei lettori, al massimo con un grande passaparola; in ogni caso, per quanto grande possa diventare il passaparola, cio' non influenzera' mai il cosiddetto pensare generale.
Mentre se ci si permette di dire le stesse cose in televisione, si viola quel pensiero universale instaurato dalla solita banda che non deve essere modificato.

Anche noi del web rivestiamo ancora questo ruolo marginale, mi dispiace dirlo, ma finche' non si taglieranno un po di teste e' difficile che si incominci a respirare aria fresca.

sfoglia
  

Come Funziona

Vi spiego chi sono e che cosa rappresenta questo blog: sono un ragazzo che ha appena finito l'universita' e si e' trasferito all'estero. Ho deciso di aprire questo spazio invogliato dalla situazione esistente nel nostro Paese, e vorrei raccontarvi cosa si percepisce da qui. Mi considero un democratico, anche se ho una valanga di critiche da fare al partito a cui mi sento piu' vicino, quindi non ammetto rimproveri dai soloti fanatici che pensano che si debba aderire a un movimento con gli occhi bendati, bocca cucita, naso e orecchie tappate e chiappe ben aperte. Le critiche sono accettate ma non sopportero' insinuazioni sulla mia appartenenza al pensiero democratico-progressista solo perche' quello o quell'altro esponente del partito ha opinioni diverse dalle mie. Diversamente, nel partito rimarranno i soggetti peggiori o quelli piu' ignoranti. Un movimento bisogna supportarlo, non fossilizzarlo.

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE